DSA-Trento

DSA

Il significato della sigla DSA è Disturbi Specifici dell’Apprendimento. I DSA infatti interessano alcune specifiche abilità dell’apprendimento scolastico, in presenza di un funzionamento intellettivo adeguato all’età anagrafica. Sono coinvolte in tali disturbi: l’abilità di lettura, di scrittura e di fare calcoli. Sulla base dell’abilità interessata dal disturbo, i DSA assumono una denominazione specifica: dislessia (lettura), disgrafia e disortografia (scrittura), discalculia (calcolo).

Le normali abilità di acquisizione delle competenze sono disturbate fin dai primi stadi di sviluppo. Ciò non in diretta conseguenza di una mancanza di opportunità di apprendimento, non come risultato di un ritardo mentale, non in conseguenza di alcuna forma di trauma cerebrale o deficit.

Secondo le ricerche attualmente più accreditate, i DSA sono di origine neurobiologica; allo stesso tempo hanno matrice evolutiva e si mostrano come un’atipia dello sviluppo, modificabili attraverso interventi mirati. Posto nelle condizioni di attenuare e/o compensare il disturbo, infatti, l’alunno può raggiungere gli obiettivi di apprendimento previsti.

DISLESSIA – DISORTOGRAFIA – DISGRAFIA – DISCALCULIA